Alitalia nel caos: referendum tra i dipendenti con rischio “liquidazione”

Da Invitalia garanzia a 300 milioni nel decreto sulla manovra. Urne aperte fino al 24 aprile per il referendum dei lavoratori. Gubitosi propone una «forte discontinuità con il passato». E Unicredit chiede «un piano sostenibile di lungo periodo». Arriva, con il decreto legge sulla manovra, la garanzia pubblica per il salvataggio di Alitalia: l’ok ad un aumento del capitale sociale … Continue reading

Referendum, anche Piero Pelù segnala matite cancellabili ai seggi

“La matita che ho usato per votare era cancellabile”. Così scrive Piero Pelù sulla sua pagina facebook allegando le foto che provano l’irregolarità. L’artista si è recato al seggio per il Referendum Costituzionale e ha fotografato la scheda segnalando la “cancellabilità” delle matite utilizzate dentro le cabine per il voto. Il cantante fiorentino ha poi presentato reclamo scritto al presidente … Continue reading

Al via la raccolta firme per potenziare la legittima difesa nelle abitazioni

La proposta di legge di iniziativa popolare prevede l’aumento della pena per chi si introduce nel domicilio, che dentro la propria abitazione ci si possa difendere come si vuole e quindi che non sia possibile essere denunciati per eccesso di legittima difesa e che non sia mai previsto un risarcimento del danno per il ladro. Basta episodi da Arancia Meccanica … Continue reading

Svizzera, sì a referendum “contro immigrazione di massa”

Gli svizzeri hanno approvato un referendum “contro l’immigrazione di massa”: i sì hanno raggiunto il 50,3%. Lo ha riferito l’agenzia di stampa svizzera Ats. La Svizzera quindi introduce un tetto massimo di stranieri che possano entrare ogni anno sul suo territorio. Nel referendum che si è tenuto oggi, secondo i risultati iniziali riportati dalla televisione di Stato Srf, gli elettori hanno approvato la … Continue reading

Firme false per i referendum, indagata l’assessore nipote di Daniela Santanché

Silvia Garnero, delegata per la moda e gli eventi nella giunta Podestà, è accusata di aver certificato come regolari alcune decine di firme, risultate poi fasulle, per i referendum sulla giustizia promossi dai Radicali Silvia Garnero, assessore alla Moda nella giunta provinciale di Milano presieduta da Guido Podestà, è indagata per falso in atto pubblico in un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto … Continue reading

Referendum, quesiti su giustizia non hanno raggiunto il quorum di firme valide

Il quesito con più firme, secondo fonti della Cassazione, è quello sulla responsabilità civile e si ferma a quota 420 mila. Anche Berlusconi si era presentato ai banchetti allestiti da Pannella. L’allora leader del Pdl si era detto favorevole anche alla cancellazione del finanziamento pubblico ai partiti e del reato di clandestinità ovvero la legge Bossi-Fini di Redazione Il Fatto Quotidiano … Continue reading

Sardegna, nessun taglio allo stipendio nonostante il referendum anticasta

Digressione

Blitz notturno alla Regione, votato a sorpresa un emendamento che riporta di fatto la paga al livello previsto prima degli ultimi tagli. Idv: “Vanificata la volontà popolare, che ha chiesto un taglio netto a privilegi e costi della politica regionale”

CAGLIARI – A sorpresa, grazie ad un emendamento votato nella notte, i consiglieri regionali della Sardegna riavranno le indennità di carica che erano state bocciate da un referendum “anticasta” 1. Nonostante la pronuncia popolare, la situazione relativa all’ammontare delle indennità per gli 80 consiglieri resta sostanzialmente invariata rispetto agli importi aggiornati al 2011.

Per ripristinare quanto cancellato con il referendum del 6 maggio scorso, è bastato un emendamento alla legge sui contratti di collaborazione della pubblica amministrazione, approvata ieri notte, che conferma un centinaio di “precari”. Sul punto si è consumata anche una spaccatura interna ai Riformatori, con alcuni consiglieri che, al momento della votazione, hanno abbandonato l’Aula.

Apparentemente sono apportati tagli alle varie voci – indennità di carica, diaria e contributo per i gruppi – compresi fra il 20 e il 30%, ma i parametri su cui sono applicati sono indennità e rimborsi spese in vigore al 31 dicembre 2003, successivi ad un aumento di stipendio dei parlamentari (cui è agganciato quello dei consiglieri regionali), entrato in vigore nell’autunno precedente. Vanificando de facto tutti gli aggiustamenti successivi a quella data.

repubblica.it/politica/2012/06/13/news/sardegna_rispunta_indennit_consiglieri_bocciata_da_referendum-37129001/?rss