Ecco i redditi dei politici: la più ricca è la Fedeli il più “povero” è Martina con 46.750€

E’ la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli la più ‘ricca’ del governo Gentiloni. Fedeli, secondo quanto risulta dalla dichiarazione dei redditi 2016, registra un reddito imponibile pari a 180.921 euro. In seconda posizione il titolare della Cultura Dario Franceschini, con 148.692 euro. In coda, invece, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, con un reddito imponibile 2016 pari a 46.750 euro. Il premier … Continue reading

Finanziamento pubblico, dopo il flop delle donazioni i partiti ci riprovano

Mentre cianciano e disquisiscono sul niente, ripresa che non arriva, tasse che non calano, corruzione che non diminuisce anzi dilaga e con questo niente riempiono le pagine dei giornali e la testa dei cittadini, in gran segreto gli esponenti dei partiti di ogni sponda e colore si riuniscono per studiare il modo migliore per tentare il grande colpo: reintrodurre il … Continue reading

Guadagnare con i centri d’accoglienza. Lampedusa e Mineo: stessi gestori

Ad amministrare il Cara in provincia di Catania è un raggruppamento temporaneo di imprese vicine a Legacoop, Comunione e Liberazione, ed esponenti vicini al Nuovo centro destra. Il consorzio Sisifo, oltre ad essere finito nella bufera dopo la diffusione del video shock della disinfestazione trasmesso dal Tg2, ha appena vinto anche l’appalto per Cara di Foggia e amministra anche il … Continue reading

Tre gradi di separazione. La carta stampata controllata da banche e industria

Chi possiede o controlla, seduto nei Consigli di amministrazione, i principali quotidiani italiani? Inchiesta (del 2010) sulla longa manus delle banche e dell’industria nella carta stampata La teoria dei ‘sei gradi di separazione’ è un’ipotesi secondo cui qualunque persona può essere collegata a qualunque altro abitante del globo terrestre attraverso una catena di conoscenze con non più di cinque intermediari. … Continue reading

UN’ALTRA ITALIA È POSSIBILE?

Pasqua è ancor lontana, eppure questi sono già giorni di “Passione” per la nostra seconda Repubblica: partita di slancio, vent’anni or sono, col suo carico di promesse (una nuova etica pubblica, un rinnovamento della classe politica, riforme strutturali…), è rimasta praticamente ferma ai nastri di partenza. Miracolosamente recitano ancora sul palco del teatrino politico italiano personaggi “evergreen”, quali Berlusconi, Fini, … Continue reading