Linee programmatiche

Secondo noi, questi sono i principali problemi italiani su cui metteremmo le mani se fossimo al governo

POLITICA
Parlamentari con troppi privilegi a cominciare dai loro alti compensi e che formano una casta dove la gente comune che li vota non può accedere, di conseguenza chi entra nella politica lo fa con l’ambizione del potere e del denaro e non per pura passione e voglia di migliorare la situazione della nazione e la vita dei cittadini, poi questi politicanti sono sempre in disaccordo, tranne quando compatti si aumentano lo stipendio…

COSTO DELLA VITA TROPPO ALTO
Sappiamo tutti cosa è successo con l’arrivo dell’euro,tutto il sistema commerciale ne ha approfittato e i governi che si sono succeduti non hanno fatto nulla, in primis quello che c’era in quel periodo. Stipendi non proporzionati e precariato nel lavoro pesano nella vita di tutti noi. E dire che lo sviluppo ed il progresso che c’è stato nel corso degli anni doveva portare al minimo il costo della vita!
In generale, pensioni e stipendi non sono adeguati e di posti di lavoro non ce ne sono a sufficienza, quindi precariato e disoccupazione hanno un tasso elevato.

GIUSTIZIA INEFFICIENTE
Processi troppo lunghi e inequità delle pene, per un omicidio si danno in media 10 anni di reclusione e qualcuno se la cava anche con meno essendoci anche la possibilità che l’omicida “non era in grado di intendere e di volere” o permessi premio e indulti vari, mentre ha interrotto una vita umana e distrutto una famiglia! Di conseguenza i reati di minore entità sono quasi inpuniti, ci vuole una seria riforma della giustizia!

TROPPI IMMIGRATI CHE NON SPETTA SOLO A NOI AIUTARE
Abbiamo l’immigrazione senza controllo “invasi” da gente onesta e disonesta proveniente da posti più o meno sottosviluppati e che quindi porta degrado piuttosto che sviluppo, con tutti i problemi annessi sia per noi che per loro,quando sarebbe opportuno aiutarli nel loro luogo di provenienza e lasciarli alle loro terre, tradizioni, usi, costumi e religioni, non sarebbe la cosa più bella che possiamo fare per loro? Non c’è più lavoro disponibile, c’è disoccupazione e precariato per gli italiani, quindi si dovrebbero chiudere i flussi in entrata e aprire quelli in uscita, anche per la sicurezza, visto l’alto numero di reati commessi dagli immigrati, in particolare da romeni, rom e marocchini. Inoltre per l’altissimo numero di immigrati ci stiamo rendendo conto di perdere l’identità nazionale, andando avanti così nel giro di pochi anni saremo metà italiani e metà stranieri e questo non è giusto che accada e non deve accadere, quindi NO al razzismo SI alla convivenza con un NUMERO ADEGUATO di immigrati regolari che ovviamente sono i benvenuti, invocando il loro aiuto nei luoghi di origine da parte dei G20-G8 COMUNITA’ EUROPEA E ONU.

TROPPO DENARO NELLA TV E NEL CALCIO
Conduttori strapagati e grandi cifre di denaro elargite per trasmissioni diseducative e concorrenti che non le meritano.
Calciatori strapagati per uno sport un gioco, cifre di compravendita assurde immensamente sproporzionate con quelle di chi va a vedere le partite allo stadio o chi le segue con le pay-tv, il risultato è che vincono trofei le squadre che hanno più soldi, falsando di fatto i campionati che di conseguenza mancano di sportività.

POTERE ECONOMICO E POLITICO DEL VATICANO
Qui ci sono persone che approffittano della fede di milioni di persone per vivere nel lusso e nello sfarzo e non risulta che Gesù, S.Francesco, S.Pio (Padre Pio) e gli altri santi vivessero in questo modo! Rappresentano Dio? Credo che rappresentino loro stessi e i loro interessi! Ricordate le due guardie svizzere suicide?
E Papa Albino Luciani misteriosamente morto ad un mese dal suo insediamento? Che strano, aveva annunciato la riforma della banca vaticana…